Rane o ....uccelli?

 

 

Lo studio di acuti gorgheggi, imputati ad uccelli,  ascoltati nella costa di Rio Tao Hau in Cina, ha rivelato chiaramente che tali gorgheggi sono invece il particolare  richiamo di accoppiamento del maschio della rana Amolops tormotus.

Riducendo la velocitÓ di registrazione si Ŕ scoperto che il richiamo era una melodia simile al gorgheggio degli uccelli ma il tono della maggior parte dei richiami bassi per˛ non gorgheggiava.

Si tratta della prima vocalizzazione delle rane che supera la classe di frequenza normalmente udibile per gli esseri umani.

I maschi si affrontano in "combattimenti" notturni di canto e aumentando la diversitÓ, la complessitÓ e la frequenza dei loro richiami, superano i loro rivali.

Non si sono incontrati due richiami uguali in 12 ore di ascolto e registrazione con 21 individui.

I ricercatori cercano di verificare quindi la singolare anatomia di questa rana ritenendola responsabile di tale singolare voce.

Il timpano della maggior parte delle rane si presenta come una membrana situata a lato della testa, per˛, nei maschi di questa specie, i canali auditivi sfociano nel timpano dentro al cranio.

In pi¨ si cercherÓ di determinare  se queste rane possono controllare le loro due sacche vocali in modo indipendente, dato che le varie registrazioni effettuate sembrano indicarlo.

 

Nature News, luglio 2002

 

 

 

 

R e t t i l i A n f i b i P e s c i  A r a c n i d i    C u r i o s i t Ó    P i a n t e   T e r r a r i A c q u a r i